Valsassina all’ombra delle Dolomiti Lombarde

Non occorre andar lontano per ammirare luoghi particolari: i milanesi, per esempio, possono scoprire la vicina Valsassina con i suoi tesori. Naturalistici e gastronomici

Gli Erranti

Tramonto a Barzio (Lecco)

Ci sono luoghi che danno il meglio di sé in determinate stagioni: è il caso della Valsassina, che a pochi chilometri da Milano ci regala la possibilità di organizzare piacevoli passeggiate ma anche escursioni più impegnative. In particolare all’inizio dell’autunno, quando i boschi si accendono di colori intensi e la possibilità di raccogliere funghi e castagne – o di degustarli nei ristoranti della zona- aggiunge piacere alle passeggiate.

Stiamo parlando di un’oasi di verde facilmente raggiungibile da Milano e da Lecco, racchiusa tra il gruppo delle Grigne e le Prealpi Orobie col Pizzo dei Tre signori, montagne apprezzate dagli alpinisti e dagli appassionati del trekking. I panorami ricordano quelli dolomitici, e infatti la roccia che costituisce queste montagne è affine alla dolomia per età e composizione, e offre scorci spettacolari già apprezzati da Leonardo Da Vinci, che li ha ricordati nei suoi appunti di viaggio.  Anche il nome della valle deriva dalla presenza di detriti morenici e di ammassi rocciosi che le valsero la denominazione “Valle dei Sassi”.

In parte interessata dal Parco Regionale della Grigna settentrionale, la Valsassina è attraversata dal Pioverna, un torrente che nasce a oltre 1800 metri di altitudine per poi confluire nel lago di Como a Bellano – dove si trova lo spettacolare orrido derivante dalle sue acque in caduta – dopo aver seguito un curioso percorso da sud verso nord e aver ricevuto le acque di vari affluenti.

Splendida in autunno, la valle offre in ogni stagione piacevoli opportunità: l’estate è la stagione delle passeggiate a piedi, in bicicletta o a cavallo, usufruendo della pista ciclopedonale realizzate a fondovalle che parte da Ballabio e arriva nel comune di Taceno presso le terme di Tartavalle, e dell’ippovia che la fiancheggia per lunghi tratti. Mentre i più esperti possono affrontare i sentieri alpinistici che portano in vetta, ove si trovano palestre di roccia e vie ferrate, oltre alla possibilità di compiere vere e proprie scalate.

La montagna resta protagonista anche nei mesi invernali, quando in buona parte si colora di bianco: a pochi chilometri dalla pianura si trova il comprensorio sciistico dei Piani di Bobbio con innumerevoli piste da sci e i piani di Artavaggio, Piani d’Erna, Pian delle Betulle, serviti da comode funivie e cabinovie -le stesse che nei mesi estivi portano in quota sciatori ed escursionisti – che permettono di arrivare a pochi metri dalle piste da sci.

Piani di Bobbio

E in ogni stagione non manca la possibilità di fare interessanti esperienze gastronomiche. Oltre che per i frutti del bosco e i pesci che popolano il Pioverna – soprattutto trote fario e iridee – la valle è famosa per la prodizione di formaggi artigianali e non: basti ricordare che sono nate qui Galbani, Cademartori e Locatelli. E ancora oggi si produce secondo la tradizione lo Strachín quáder (stracchino quadrato) formaggio a crosta fiorita realizzato negli alpeggi locali con latte crudo. Ma ci sono anche altri formaggi tipici tra cui il Fiorone della Valsassina, che come lo Strachin è un prodotto Agroalimentare tradizionale, da consumare al naturale o per insaporire un piatto di polenta taragna. Per finire il pasto in dolcezza ci sono poi i Caviadin, tipici biscottini ricoperti di zucchero in granella, che possono essere acquistati nelle pasticcerie locali.

La chiesa dedicata a Santa Margherita da Antiochia
Neve in Valsassina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...