Articolo evidenziato

Leggere, scrivere

In un’epoca in cui tutti scrivono (e pubblicano) senza praticamente leggere, c’è chi legge tanto ma non si sente- erroneamente- all’altezza di scrivere neppure un racconto…  Di Marco Vittorio Ranzoni – giornalista Ho sempre avuto una grande ammirazione per chi sa scrivere. Mio padre mi ha iniziato alla lettura, ho sempre visto libri per casa. Prima mi ha intrigato con i fumetti: Gordon, Mandrake, l’Uomo … Continua a leggere Leggere, scrivere

Articolo evidenziato

Lungo il fiume e sull’acqua

Da un documentario Rai del 1957 il ricordo di un viaggio avventuroso sul Po intrapreso ventenne assieme al papà, lo zio e un gruppetto di amici  Di Marco Vittorio Ranzoni – giornalista Nel 1957, per inciso il mio anno di nascita, Mario Soldati realizzò il primo documentario ‘enogastronomico’ della neonata RAI: Viaggio nella valle del Po. Tempo fa RAI Storia ne ha riproposto alcuni spezzoni … Continua a leggere Lungo il fiume e sull’acqua

Diversamente libro

Meglio le pagine di carta o gli e-book? E perché non entrambi?  Io da poco ho scoperto gli audiolibri: un modo nuovo per entrare in un altro mondo, tenuti per mano dal narratore  Di Marco Vittorio Ranzoni – giornalista Alcuni ritengono faticoso leggere. Non ci hanno provato da piccoli, forse non hanno avuto gli stimoli giusti, l’ambiente adatto. Oppure hanno oggettive difficoltà. Tra un libro … Continua a leggere Diversamente libro

La sommelier sexy

Nel 2022 siamo ancora schiavi di molti schemi mentali anacronistici sul concetto del ruolo femminile. A farlo notare con esempi concreti ed evidenti è un uomo, capace con leggerezza di riflettere e far riflettere  Di Marco Vittorio Ranzoni – giornalista Sul Corriere leggo che la Fondazione Italiana Sommelier, alle donne che desiderano intraprendere quella carriera, impone l’obbligo della gonna. La regola è nello statuto da … Continua a leggere La sommelier sexy

Inchiostro

Tatuaggi di tutti i tipi, e ormai esibiti a qualsiasi età. Nonostante la recente messa al bando di molti inchiostri colorati, in quanto dannosi  Di Marco Vittorio Ranzoni – giornalista Colorati e non, bellissimi o bruttissimi (ma degustibus, ci mancherebbe), piazzati un po’ ovunque: erano retaggio di ergastolani e marinai e ora catturano gli sguardi su spiagge e campi da gioco. Ormai è quasi più … Continua a leggere Inchiostro

 Pensierino controcorrente di Natale

… Come si fa a dire “credo”? La propria idea di vita non può essere un fatto  condiviso Di Marco Vittorio Ranzoni – giornalista Sbaglierò. Probabilmente sbaglio, ma in fondo, se anche fosse, sarà un problema solo mio e poi è da un po’ che ce l’ho nel gozzo. Certo, tirarlo fuori proprio a Natale è da bastardi, ma tant’è. Le religioni, non sopporto più … Continua a leggere  Pensierino controcorrente di Natale

 Non avevo la carta, non avevo la penna

… per fissare in tempo reale le mie emozioni. E così ora nasce il rimpianto  Di Marco Vittorio Ranzoni – giornalista Sarà che piove da due giorni. Con il cielo lombardo, altre volte prodigo di colori e di tramonti spettacolari e i bei colori accesi dell’autunno slavati dall’acqua, e il buio che cala così presto, nel pomeriggio. Non so chi ha detto che la malinconia … Continua a leggere  Non avevo la carta, non avevo la penna

Tecnologia bestiale

( dove si parla di animali e imbarazzanti metodiche biomediche) Di Marco Vittorio Ranzoni – giornalista Si dice ai ragazzi che uno, nella vita, dovrebbe fare quello che più gli piace. Trovare un interesse, coltivarlo e farne la propria professione, magari. Non tutti ci riescono; spesso si trascorre un’esistenza intera a far mestieri capitati un po’ per caso o per necessità. A volte non si … Continua a leggere Tecnologia bestiale

Anna staccato Maria

Come si può ricordare, in maniera intensa e scanzonata insieme, la nascita della propria figlia oggi trentunenne Di Marco Vittorio Ranzoni – giornalista Il 28 marzo del 1990 mi trovavo in Germania già da tre mesi. Poco dopo Capodanno ero partito con un biglietto di sola andata. All’aeroporto di Bonn nevicava leggermente, il taxi mi portò davanti a quella che per tre anni sarebbe stata … Continua a leggere Anna staccato Maria