Il laser contro le macchie senili

Per eliminare le antiestetiche “macchie scure” causate dall’avanzare del tempo si può ricorrere ad un trattamento efficace e mirato

Professor Antonino Di Pietro – dermatologo plastico

 http://www.dermoclinico.com

Le macchie senili possono comparire già dopo i 40 anni d’età

Cominciamo col dire che, anche se è brutto chiamarle “macchie senili” – per la precisione lentigo senilis o lentigo solari– purtroppo la realtà è questa: si tratta di macchie causate da una cattiva esposizione solare e, ahimè, dall’invecchiamento cutaneo. Infatti, con il passare degli anni l’attività dei melanociti può diventare più sensibile, producendo melanina in eccesso che si accumula e genera iperpigmentazione. Solitamente queste macchie scure sulla pelle compaiono sulle zone del corpo più esposte ai raggi UV come viso, mani, décolleté (spalle e schiena negli uomini). Possono comparire già dopo i 40 anni d’età, e i soggetti più a rischio di manifestare macchie lentigo solari e senili sono le donne.

Come si formano le macchie senili?

Le lentigo senilis sono macchie scure sulla pelle, che interessano lo strato più superficiale dell’epidermide e che solitamente sono concentrate sulle zone di viso e corpo più esposte al sole (viso, collo, décolleté e braccia, mani). Le cellule hanno un ciclo di vita di circa quattro settimane, durante le quali si spostano dallo strato più profondo (derma) fino alla superficie. Terminato questo periodo, le cellule vecchie cadono e lasciano posto a uno strato cutaneo più giovane. Con il passare degli anni però, è possibile che tale processo rallenti e la percentuale di cellule morte in superficie aumenta, formando cheratosi e macchie senili.

Le mani rivelano impietosamente l’età? Si può rimediare!

Prevenire le lentigo senili con il picotage

Il picotage all’acido ialuronico è un trattamento antiaging ideale per prevenire le macchie senili. Questa terapia (che abbiamo descritto a fondo in un numero precedente, ndr) punta a ristrutturare la matrice cellulare e a rigenerare la pelle in modo naturale. Il trattamento è poco invasivo e indolore e si effettua attraverso delle microiniezioni superficiali di acido ialuronico che favoriscono la rivitalizzazione della pelle aumentando elasticità e idratazione. 

il Prof. Antonino Di Pietro all’opera con un trattamento di picotage

Ma non è tutto: il picotage rende la pelle più resistente all’attacco dei raggi solari, tra le principali cause delle macchie della pelle e che contribuiscono anche alla formazione delle macchie senili. Il picotage può essere effettuato su viso, décolleté, mani e collo. La scelta dell’acido ialuronico non è casuale: questa sostanza è costituente del tessuto connettivo e ne mantiene idratazione e turgore. A partire però dai 25/30 anni la produzione di acido ialuronico rallenta e per questo l’ideale è affidarsi a trattamenti e dermocosmetici che puntano sulla rigenerazione.

Quando scegliere il laser per eliminare le macchie senili

I trattamenti laser per macchie cutanee sono l’ideale per ottenere ottimi risultati contro questo inestetismo poiché il laser – introdotto in dermatologia nel 1963, è una radiazione elettromagnetica capace di determinare a livello cutaneo una fototermolisi selettiva, cioè di colpire selettivamente uno specifico bersaglio microscopico presente nel tessuto, limitando il danno alle strutture circostanti- è in grado di colpire in maniera mirata le discromie. Già dalla prima  seduta di laser per macchie senili è possibile notare dei miglioramenti. Il laser non ha controindicazioni solitamente e prevede da una a tre sedute, in base alla zona da trattare. Prima di procedere con il laser per macchie senili è sempre consigliata una visita propedeutica in cui il dermatologo è in grado di stabilire profondità ed estensione della macchia, e relativo trattamento. Al termine della seduta laser, potrebbero comparire arrossamenti o piccole crosticine, che spariscono dopo pochi giorni o, eventualmente, grazie a creme lenitive prescritte.

 Quando è utile il peeling?

Il peeling è utile per trattare macchie senili superficiali e di piccole dimensioni. Quando le macchie senili sono comparse da poco e sono molto superficiali l’azione esfoliante del peeling dermatologico può essere utile.

Che cosa fare a casa?

Ricordarsi sempre di applicare la crema solare, non necessariamente tutto l’anno, ma quando si passa molto tempo al sole è più che necessaria. Nella routine antiaging quotidiana, l’ideale è non farsi mancare creme e sieri con fospidina, fosfolipidi o glucosamina, attivi antiossidanti come la vitamina E e idratanti come l’acido ialuronico in microsfere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...